Indice CIVIS

 CIVIS SISTEMA
 Sottoprogetto 1
 Sottoprogetto 2
 Sottoprogetto 3
 Sottoprogetto 4


PROGETTO "CIVIS SISTEMA"
SOTTOPROGETTO 1 
  L'Osservatorio Civis

L'Osservatorio Civis, risultato compiuto dei sottoprogetti 1 (interventi per la creazione dell'Osservatorio urbano, centro di ricerca informativo promozionale) e 2 (interventi per il complesso di Santa Maria in Passione, volti alla creazione di un parco archeologico) del Progetto Pilota Urbano Civis Sistema, è stato costituito nel 1997 con il compito di svolgere una serie di attività informative, di ricerca e di servizio, per promuovere ed assicurare la sostenibilità ambientale, economica e sociale di progetti e realizzazioni sul territorio.

Il sistema informativo geografico del centro storico di Genova
L'ufficio gestisce il Sistema Informativo Geografico (GIS) della città vecchia, sistema che viene utilizzato dall'Osservatorio Civis per lo svolgimento di molte delle attività che concorrono al perseguimento dei suoi obiettivi.
Il sistema informativo dell'Osservatorio è costituito da una base dati alfanumerica (composta dalle tabelle Oracle che contengono il patrimonio informativo dell'intero sistema) e da una base dati cartografica (composta dalle tabelle associate agli elementi rappresentati graficamente e gestiti attraverso l'utilizzo del package GIS MGE di Intergraph).
La base dati alfanumerica contiene informazioni provenienti sia dagli archivi dei Servizi Comunali che da altri archivi ed è suddivisa in cinque sottosistemi:

  1. Sottosistema Territoriale, con i dati relativi a:
    • toponomastica (nomi vie, numeri civici residenziali e commerciali),
    • superfici stradali (tipologia, materiali, ecc.),
    • reti tecnologiche (rete fognaria, reti di distribuzione del gas, dell'energia elettrica, dell'acqua e dell'illuminazione pubblica),
    • reperti archeologici - in via di realizzazione - (ritrovamenti areali e puntuali),
    • rilievo del sottosuolo - in via di realizzazione - (rii, cisterne, gallerie, ecc.),
    • segnaletica stradale (viaria e turistica),
    • arredo urbano (giardini, dehors, fontane, ecc.),
    • vari (rete per la raccolta dei rifiuti, interdittori stradali, ecc.);
  2. Sottosistema Architettura, con i dati relativi a:
    • "Mappatura culturale della città vecchia" (un vero e proprio sistema informativo territoriale del Centro Storico di Genova realizzato, per il Comune, dall'Istituto di Storia dell'Architettura dell'Università di Genova attraverso la schedatura storico- archeologica-strutturale degli edifici - circa 2.900 - compresi nell'intera area del centro antico),
    • catalogazione del Centro Storico realizzata col progetto "Verso Genova Medievale",
    • civiche proprietà,
    • recupero edilizio (progetti, domandine, pareri Commissione Edilizia, monitoraggio dei cantieri),
    • edicole votive;
  3. Sottosistema Censimento, con i dati relativi a:
    • censimento del 1991;
  4. Sottosistema Sociale, con i dati relativi a:
    • anagrafe (dal 1990),
    • distretti scolastici, elettorali, parrocchie, ecc.,
    • consumi energetici,
    • sicurezza del territorio (vigili urbani, polizia, carabinieri);
  5. Sottosistema Economico, con i dati relativi a:
    • attività commerciali ed artigianali,
    • proprietà edilizia,
    • botteghe storiche.
Gli elementi grafici, invece, rappresentano la cartografia di base e le infrastrutture tecnologiche.
A tutto ciò, si deve poi aggiungere una corposa documentazione storico/specialistica costituita da fonti storiche (come l'estimo degli immobili del 1798, il censimento delle parrocchie del 1804, il censimento del 1871, il catasto unitario del 1907) e da documenti di età contemporanea (come la cartografia per civico, per corpo, per edificio, per unità tecnico-strutturale, per accesso, e il catasto terreni).

Le attività
Le attività che maggiormente impegnano l'ufficio, oltre a quelle di raccolta, elaborazione ed aggiornamento dei dati, sono quelle legate alle funzioni di:

  • diffusione di informazioni sul Centro Storico: principalmente in forma di carte storiche (il catasto del 1414, la carta del 1656, il catasto Napoleonico), carte di conoscenza storica (la carta dei tipi connotativi, la carta delle epoche prevalenti, la carta dei "Palazzi dei Rolli"), e schede edificio (dalla "Mappatura culturale della città vecchia");
  • monitoraggio dei fenomeni di trasformazione del centro storico;
  • e produzione di carte tematiche (in scala da 1:500 a 1:2.000).
Occasionalmente, invece, vengono affrontati lavori straordinari come quello per la realizzazione del "Piano Operativo per il Centro Storico" o del censimento delle Botteghe Storiche del Comune di Genova.
Frequentemente, si rendono necessarie collaborazioni con soggetti esterni per la realizzazione di progetti di interesse dell'Ente (p.e., la collaborazione con il Ministero pe i Beni Ambientali e Culturali per la realizzazione della carta archeologica e quella con il Centro Studi Sotterranei per la realizzazione della carta del sottosuolo genovese, o quella con la cooperativa La Cruna per la promozione del turismo in cittą rivolto a soggetti svantaggiati dal punto di vista motorio).
Fra le attività non legate all'uso del GIS spiccano, invece:
  • la partecipazione a progetti europei (p.e., fra il 1998 ed il 2001, "Interreg II C - Restauro. Rigenerazione e salvaguardia dei centri storici", e, a partire dal 2002, "Interreg IIIB - C2M");
  • le produzioni del Laboratorio Multimediale (acquisizione e trattamento di immagini digitali e non, realizzazione di manifesti, pannelli e depliant).
Infine, è previsto che, in caso di iscrizione dei "Palazzi degli alloggiamenti pubblici (Rolli)" nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO, l'Osservatorio Civis abbia il compito di monitorarne lo stato di conservazione e le trasformazioni.


     
Ultimo aggiornamento: 30-08-2002